IL PROGETTO

“LET’S BUILD EUROPE TOGETHER WITH LEGO BRICKS”

Estratto dal modulo di adesione

GLI OBIETTIVI:

 Per gli insegnanti

  • Introdurre i mattoncini Lego a scuola come gioco educativo;
  • Migliorare l’uso dei mattoncini Lego come strumento didattico;
  • Arricchire le materie scolastiche inserendo i mattoncini Lego nella nostra programmazione, come ad esempio: “la nostra casa”, “dove viviamo”, “com’è la nostra città”, “la gente del posto”, “una nostra caratteristica”.
  • Condividere pratiche didattiche;
  • Valorizzare la conoscenza delle esperienze didattiche scambiandola con i partners e pubblicando le buone pratiche sperimentate sui siti della scuola;

 Per gli alunni

  • Per i più piccoli, usare i mattoncini Lego come linguaggio per rivolgersi agli altri paesi, raccontando qualcosa di sé, della propria vita e del proprio paese, e allo stesso modo imparare dagli altri, lavorando in un contesto europeo;
  • Integrare computers ed esperienza con programmi gratuiti di costruzioni Lego;
  • Diventare consapevoli della diversità europea e vederla come una sorta di ricchezza che sviluppa abilità quali la concentrazione, la comunicazione, la creatività, la perseveranza e l’innovazione;

 

USANDO I LEGO NELLE NOSTRE SCUOLE INTENDIAMO RAGGIUNGERE QUESTI SCOPI:

Per le scuole

  • Aumentare la continuità nel percorso dei bambini tra scuola dell’infanzia e scuola primaria: i Lego, presentati come un gioco ai più piccoli, diventa un potente strumento didattico nella scuola primaria;
  • Integrare alunni immigrati e alunni con esigenze particolari (tutti possono prendere parte al gioco e imparare senza esclusioni);
  • Cooperare per trovare la strada migliore per attuare il progetto nei diversi contesti delle nostre scuole, scambiandoci metodologie e conoscenze, lavorando in team;
  • Incontrandoci e visitando le scuole degli altri paesi, traiamo profitto delle esperienze degli altri e arricchiamo il nostro profilo di insegnanti;
  • Grazie alle visite e all’approccio internazionale, l’educazione nelle nostre scuole,  nelle nostre classi e nei nostri team docenti avrà un respiro europeo;

Per gli insegnanti

  • Migliorare il “tutoring” tra gli alunni, in modo che possano imparare l’uno dall’altro e che i più grandi possano aiutare i più piccoli;
  • Migliorare la padronanza dell’inglese da parte degli insegnanti;
  • Offrire nuovi approcci metodologici ad alunni con bisogni speciali;
  • Garantire inclusione nelle nostre classi;
  • Creare rapporti significativi tra gli insegnanti lungo il percorso dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria;

Per gli alunni

  • Migliorare la creatività degli alunni;
  • Migliorare la capacità di pianificazione degli alunni;
  • Migliorare le capacità manuali, la motricità fine;
  • Migliorare le abilità matematiche;
  • Migliorare la cura del materiale;
  • Mostrare le loro creazioni ad altri alunni all’estero e guardare le creazioni degli altri.

ITEMS

  1. Immagini di ciò che ciascun alunno è stato in grado di costruire con 30 mattoncini in 30’ (fino alla classe quarta compresa) ed in 20’ (dalla classe quinta in poi) e i progetti per la “guida per l’insegnante”.
  2. Case: negli spazi espositivi, assieme ad immagini e filmati dall’estero e i progetti per la “guida per l’insegnante”.
  3. Giardini: negli spazi espositivi, assieme ad immagini dall’estero e i progetti per la “guida per l’insegnante”.
  4. Veicoli ed altri mezzi di locomozione: negli spazi espositivi, assieme ad immagini e filmati dall’estero e i progetti per la “guida per l’insegnante”.
  5. Situazioni di persone che lavorano: negli spazi espositivi, assieme ad immagini e filmati dall’estero e i progetti per la “guida per l’insegnante”.
  6. La guida per gli insegnanti con le metodologie Lego.

VALORE AGGIUNTO EUROPEO

Ci aspettiamo che gli alunni –persino i più piccoli – imparino, attraverso il gioco, qualcosa dell’Europa e degli Europei; ed in special modo qualcosa sul modo di vivere, di muoversi e di imparare nelle diverse parti d’Europa, visti attraverso gli occhi di amici della stessa età.

IMPATTO

  • Ci aspettiamo che gli alunni siano motivati ad imparare l’inglese e l’uso del computer per comunicare.
  • Ci aspettiamo che gli insegnanti imparino molto dalla condivisione delle loro diverse esperienze didattiche.
  • Ci aspettiamo che anche gli insegnanti siano motivati ad imparare maggiormente l’inglese e l’uso del computer.
  • Ci aspettiamo che le nostre scuole abbiano, alla fine del progetto, uno strumento didattico a lungo termine – aula Lego – e conoscenze per usarla al meglio.

 

Ċ
Susanna Tessaro,
10 mar 2012, 00:56