Materiale didattico‎ > ‎Secondaria‎ > ‎

Arte & Immagine ...... e L.I.M.

Una giornata di lezioni d'arte sulla L.I.M.



Un nuovo Laboratorio per Arte & Immagine:







Il Docente.....



Gli esami finali a.s. 2011 - 2012








Il Fumetto finale di ricordo della 3° A




LE PUBBLICAZIONI DI UN INSEGNANTE-ARTISTA D'ARTE:







E LE SUE MEDITAZIONI ARTISTICHE:


Il segreto dell’artista e della sua creatività


Una delle più importanti fasi mentali dell’uomo estremamente sensibile e attento alle reazioni umane e ai suoi sviluppi e implicazioni, è il suo potere creativo e immaginativo. 

Il pensiero immaginativo artistico puro, è costruttivo, ……è il pensiero che traduce, analizza, sintetizza e giudica, trovando elementi di successivo sviluppo e interazione,…….. la sua successiva derivazione e la probabile concretezza nella fase creativa- realizzativa.

Questa importante e determinante fase, per essere espressa, analizzata, compresa, e sviluppata ulteriormente , necessita di condizioni di tempo,
luogo e spazio, personali e particolari.

Se espressamente accompagnata, in associazione con ritmi adeguati, alle
esigenze personali che si presenteranno, l’artista, produrrà opere sublimi.

Generalmente e in specifico, nel pensiero creativo umano, e in qualsiasi
fase esistenziale ed esperienziale si trovi, l’artista porterà nell’esistenza reale, le molteplici forme armoniche della propria anima, corrispondenti
allo specchio della natura.

La fase immaginativa della creatività, è una fase solo e completamente volontaria - emozionale, che nasce e scaturisce dal puro desiderio di radicalizzazione e profondità del pensiero, in elaborazione ideativa, con
l’altissima volontà, particolare dell’ animo artistico,……… contrariamente alla normalità esistenziale.

Mentre, per le persone comuni, quella immaginativa è solo una delle tante
fasi passeggere delle normalità esistenziali, che transitando velocissima
nello scorrere continuo dell’oceano dei pensieri, delle visioni ed emozioni
della vita di tutti i giorni , altrettanto velocemente, verrà irrimediabilmente cancellata, lasciando il posto a nuove e continue visioni ed emozioni, senza
aver depositato nessuna traccia nell’animo, nel continuo caleidoscopio di colori-sensazioni-emozioni.

Per l’Artista, questa fase velocissima è comune, e viene normalmente
rallentata, con il potere volontario dell’immaginazione, anche senza suo
specifico ordine.
Viene rallentata, esponenzialmente , anche dal suo DNA interiore che , se accuratamente e dettagliatamente analizzata e studiata, assumerà importanti significati personali, sociali ed esistenziali.
Potrà determinare, e spesso, modificare irreversibilmente l’intera svolta esistenziale terrena, sia a livello personale che comunitario e potrà portare anche alla modificazione della storia dell’intero territorio.

L’analisi e comparazione del pensiero artistico, generalmente risulta
estremamente complesso e articolato a 360 ° .
La persona comune, tralascia e sorpassa le sensazioni, non riuscendo a vedere distintamente il dettaglio di pensiero, l’artista invece, potrà venir folgorato da una frase, da una vibrazione, da una sensazione immaginativa, da una virgola………….da qualsiasi cosa in movimento, sia esteriormente che interiormente.

L’Artista riesce, rallentando il pensiero a tenerlo in sospensione, lo sottoporrà ad analisi in comparazione delle sue personali esperienze di vita e conoscenza, e riscontrerà che in quel piccolo tratto grafico, dove tutte le persone comuni scorgono solo una semplice linea, in quel piccolo intermezzo grafico-mentale, lui potrà, studiarlo, ampliandolo, scoprendo
l’esistenza di tutto un universo sconosciuto, ma comprensibile.

Immediatamente deciderà di incontrare personalmente quell’universo misterioso e sconosciuto,………e di proposito, senza pensarci, si tufferà immergendosi in quel nuovo mare, come, il primo umano, senziente.

Deve……. esaudire la sua immensa sete di conoscenza, per modificarla e trasformarla a suo piacere, da questa parte,……. in quel momento, desidererà consciamente di trasformarsi, sostituendosi al DIO Umano, con tutte le sue antiche angosce e gioie, per riuscire egli stesso a donare Gioia, Conoscenza Universale e Uguaglianza.

Egli, allora scomparirà mentalmente dalla nostra dimensione reale, perché vivrà in un’altra realtà dimensionale,………. diversa,…. sconosciuta e fuori dalle regole, di vita……….conosciuta.

Desidererà conoscere queste nuove realtà, scrivendo direttamente l’esperienza sul suo animo.
Sarà un attento osservatore e acuto analista,…………. per tutta la sua vita e oltre, andrà sempre alla ricerca di particolari emozioni, che gli possano donare l’eterna vibrazione e il dolce languore dello spasimo nella ricerca,……………….. anche quella più particolare.

Nella Storia dell’Arte mondiale, abbiamo conosciuto esempi significativi ed eclatanti,…………… tutti protesi alla spasmodica ricerca delle precedenti emozioni provate e poi perse,………….

Questo…… è il vero e grande dramma per l’artista, sempre in perpetuo bilico nella ricerca, sulla lama del rasoio virtuale dell’esistenza.
Ecco allora, la continua ricerca, anche con espressioni estreme, da parte di molti artisti, sia dei secoli scorsi che attuali, che, riscontrando il prosciugarsi della loro prolifica immaginazione, cercavano di ricorrere a dei facili surrogati conosciuti, in mancanza e in sostituzione, alla “Grande Madre”.

Non esiste altro Dio o ricerca, oltre il nostro desiderio di conoscenza introspettiva interiore, ……..dentro a qualsiasi essere umano, ……….esiste una miriade di universi…sconosciuti ai più, …..che spesso possono evidenziare, indistintamente la ricerca personale della conoscenza………

L’Artista prolifico, è solo il primo pattugliatore,……. l’infiltrato, in questa enorme lotta mentale di ricerca, per la conoscenza dell’esistenza umana.

Prof. Livio Schiff
ċ
STORYBOARDPERINDIREELAURAPARIGI-LIM(4).wps
(90k)
Susanna Tessaro,
04 feb 2012, 09:48
Comments