Genitori al lavoro alla Scuola dell'Infanzia di via Tartini

pubblicato 24 mag 2014, 01:10 da Susanna Tessaro   [ aggiornato in data 24 mag 2014, 01:14 ]
 

  Nella scuola dell’infanzia “Tenente Cassinis” di via Tartini, i genitori si sono alleati con l’Istituto comprensivo Giacich e con il Comune per rendere l’ambiente frequentato dai propri figli più bello. Negli ultimi due venerdì i genitori si sono armati di idropulitrice, pennelli, spatole per ridare nuova vita ai giochi collocati nel giardino, sistemare le aiuole e restituire la pavimentazione del terrazzo al colore originario.






L’idropulitrice è stata utilizzata anche per “sbiancare” e preparare il muro di cinta a una pitturazione in un allegro colore giallo. «Il muro era, ed è nelle parti non ancora trattate, davvero brutto», spiegano le maestre della scuola da cui è partita la proposta di intervento al dirigente scolastico Susanna Tessaro, che l’ha accolta e supportata.

Il muro fronteggia, inoltre, due delle aule della scuola e, quindi, era una visione non molto allegra per i bambini. «Quando lo scorso anno, in autunno, oltre il muro i privati hanno rimosso le coperture - proseguono le maestre - ci siamo dette che poteva essere l’occasione per un’operazione di abbellimento del giardino».


Ottenuto il via libera del dirigente e svolto il necessario e non breve percorso burocratico per realizzare l’attività, le maestre hanno lanciato l’idea ai genitori. «Molti hanno offerto la propria disponibilità», sottolineano le maestre, che, con l’Istituto comprensivo, hanno trovato pure il pieno supporto del Comune. L’ente locale ha offerto i materiali per la manutenzione dei giochi e la pitturazione del muro. Anche gli 82 bambini che frequentano la scuola saranno coinvolti in prima persona, perché venerdì, meteo permettendo, saranno impegnati in un’attività di sistemazione del giardino, con la messa a dimora di nuove piantine e fiori.


«È un’esperienza positiva che ha visto diverse realtà unite insieme per un unico obiettivo nell’ambito dell’Istituto comprensivo Giacich», concludono le maestre. Un’iniziativa analoga ha già avuto luogo nella scuola dell’infanzia di via Cellottini, in quel caso nell’ambito della campagna nazionale di Legambiente “Non ti scordar di me”, dedicata proprio alla cura degli spazi scolastici.(la.bl.)


Comments